03.03.2015: Altragricoltura e Comitato TerreJoniche al via il presidio.

Come annunciato dal comunicato stampa di ieri, 02 marzo 2015, si è tenuta in mattinata la conferenza stampa che ha dato il via al campo base, ‘inaugurato’ da Altraricoltura e Comitato TerreJoniche che proseguirà ad oltranza con incontri tra agricoltori, associazioni di territorio organizzando di concerto nuove manifestazioni.
Come sottolinea Gianni Fabbris, coordinatore nazionale di Altragricoltura e portavoce del Comitato per la difesa delle TerreJoniche, “vengono contestate le politiche di governo, regionale e nazionale, in materia di comparto primario”.
Durante la conferenza stampa è stato annunciato un mese di presidio a partire da oggi, 03 marzo 2015, che sarà tenuto da agricoltori e contadini che si dicono “esasperati da un sistema economico che favorisce lobby multinazionali, istituti di credito e le concentrazioni commerciali.
”A questo stato di cose si aggiungono poi le scelte di governo nazionale che scaricano sugli agricoltori oneri fiscali iniqui come avvenuto per l’IMU agricola, che assottiglia i margini di profitto delle imprese agricole ridotte sempre più sul lastrico, soprattutto per riguarda l’area Metapontina, oltre all’inflazione che riduce la capacità di spesa delle persone e delle famiglie nonché le numerose calamità naturali di cui questo territorio è stato protagonista. Le imprese del territorio, infatti, sono ancora oggi in attesa di risposte adeguate da parte del governo regionale.
Una prima protesta è stata preannunciata per Sabato, 7 marzo 2015, a Matera alla manifestazione indetta dai sindaci a Matera su proposta del sindaco di Montalbano, Enzo Devincenzis.
Per seguire un estratto della conferenza stampa il link è il seguente:
http://youtu.be/3GB9aOvS3BM

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi