Rischio usura, aumentano i reati

tratto da askanews.it

*

Roma, 29 apr. (askanews) – Il lockdown per l’epidemia coronavirus ha fatto precipitare l’indice di delittuosità in Italia: -66,6 per cento di delitti.

Il dato è emerso al Viminale, dove oggi il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha presieduto il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.

E i risultati dell’analisi dell’andamento della delittuosità sono evidenti: dall’1 al 31 marzo si registra una netta diminuzione del trend della delittuosità sul territorio nazionale (-66,6%), sono stati 203.723 i delitti commessi nel 2019, 68.069 nel 2020.

In particolare, rispetto al trend generale dei reati, si registra una diminuzione inferiore dei maltrattamenti in famiglia, con -37,4%, e delle rapine nelle farmacie, con -28,2%.

Mentre, in controtendenza, aumentano i reati legati all’usura: +9,1%.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi