Il 5 giugno è la giornata mondiale dell’ambiente. Perché noi chiediamo la Nuova Riforma agraria

editoriale di Gianni Fabbris IL 5 giugno si celebra la giornata mondiale dell’ambiente. Organizzazioni di tutto il mondo, quest’anno, la dedicano con mille iniziative lanciando l’allarme grande per la perdita di biodiversità sull’intero pianeta. Altragricoltura (l’Alleanza per la Sovranità Alimentare) con LiberiAgricoltori e gli altri alleati, risponde rilanciando la campagna per la Nuova Riforma Agraria … Leggi tutto Il 5 giugno è la giornata mondiale dell’ambiente. Perché noi chiediamo la Nuova Riforma agraria

L’agroecologia nel Mediterraneo

L’associazione Agroecologia Sicilia 2030, costituitasi anni fa con il raggruppamento di 40 associazioni ecologiste, ambientaliste, biologiche, etiche, solidaristiche persegue una strategia sistemica partecipativa per la realizzazione degli obiettivi di sviluppo dell’agroecologia in Sicilia e nel Mediterraneo, allineando l’agricoltura nella direzione dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030, degli obiettivi della Sovranità Alimentare della FAO, delle linee guida … Leggi tutto L’agroecologia nel Mediterraneo

Lettera aperta al Ministro Costa: salvate il sud dall’eolico selvaggio

Egregio Sig. Ministro Costa, mi rivolgo a Lei, con la speranza di un intervento immediato a difesa della Basilicata e del Sud. Nell’arco di 20 anni, siamo diventati terra di sperimentazione petrolifera, le nostre risorse naturali sono state aggredite da uno sfruttamento privo di qualsiasi valutazione di esternalità positive e negative con conseguenti costi sociali … Leggi tutto Lettera aperta al Ministro Costa: salvate il sud dall’eolico selvaggio

L’Europa si muove verso il New deal. E l’italia?

L’Europa impone delle regole molto avanzate per evitare la produzione di rifiuti dell’economia fossile lineare verso una economia solare e circolare. L’UE ha adottato nel 2008 una Direttiva Rifiuti avanzatissima che prevedeva nuove regole per una gerarchia virtuosa del trattamento dei rifiuti secondo cui vanno vengono politiche Innanzi tutto di  Riduzione dei rifiuti, poi di … Leggi tutto L’Europa si muove verso il New deal. E l’italia?

Le cattedre ambulanti per l’agricoltura: strumenti antichi per risolvere problemi nuovi

Strumenti antichi per problemi moderni Le Cattedre Ambulanti per promuovere l’agricoltura di comunità Dal 1860 al 1960, per quasi un secolo, le “Cattedre Ambulanti” furono in Italia il più importante mezzo di istruzione agraria “in campo”. Rivolta ai piccoli e medi agricoltori, e si servivano dell’apporto di tecnici agrari e di docenti universitari. Il loro compito … Leggi tutto Le cattedre ambulanti per l’agricoltura: strumenti antichi per risolvere problemi nuovi

L’agricoltura ai tempi del Covid-19 e il DL Rilancio Italia

di Angelo Candita (Presidenza nazionale di LiberiAgricoltori)   Già all’inizio della pandemia con il blocco di tutte le attività ed il fermo forzato al canale ristorazione, le aziende agricole hanno registrato una forte contrazione di liquidità ed almeno il 60% delle imprese agricole italiane che hanno avuto una diminuzione delle attività a causa della pandemia … Leggi tutto L’agricoltura ai tempi del Covid-19 e il DL Rilancio Italia

A nostro mizoun, in montagna

La situazione dell’agricoltura di montagna dopo l’abbandono dei relativi territori avvenuta negli anni 50-80 del secolo scorso è drammatica. I coltivi, i prati, i boschi sono stati abbandonati per decenni alla spontaneità della natura che ha cancellato mille anni di paesaggi costruiti dall’uomo, sovente con fatiche immani. Scompaiono i muretti a secco, fondamentali per l’agricoltura … Leggi tutto A nostro mizoun, in montagna

Roma agricola: così una città diversa è possibile

ROMA è il comune agricolo più grande d’Europa, sia per estensione (63.000 ettari) che per quantità e qualità dei prodotti della terra. Roma può legittimamente essere definita la capitale agricola del Continente europeo, la superficie pubblica coltivabile supera i 10.000 ettari. Questo enorme patrimonio è un grande valore per la città di Roma: la storia … Leggi tutto Roma agricola: così una città diversa è possibile

Noi, lavoratrici della terra

In Italia noi #lavoratrici della #terra siamo circa il 30% e, secondo le statistiche, siamo la punta di diamante dell’innovazione in senso ecologico. Flessibili ai cambiamenti, piene di idee e originalità, soffriamo però di una penalizzazione fortissima: siamo donne. Le problematiche che viviamo sulla nostra pelle sono comuni a quelle degli uomini, ma su di … Leggi tutto Noi, lavoratrici della terra

Vendemmia a rischio: Presidente Mattarella, intervenga!

questa è la lettera al presidente della Repubblica Mattarella inviata da Gianfelice d’Alfonso del Sordo, produttore vitivinicolo in San Severo. La lettera è stata pubblicata da FoggiaToday Vendemmia a rischio, produttore vitivinicolo di San Severo scrive a Mattarella: “Intervenga” gregio signor presidente, nel 2016, in occasione del 50° anniversario del Vinitaly, ho avuto l’onore di … Leggi tutto Vendemmia a rischio: Presidente Mattarella, intervenga!

Rimettere al centro gli interessi dei territori e degli agricoltori

L’agricoltura italiana vive una condizione di crisi che mette alla prova tutti gli strumenti: politici, organizzativi e finanziari fino ad ora utilizzati, a tutti i livelli per sostenerne lo sviluppo economico e sociale. Una crisi che con la pandemia del corona virus si è ulteriormente aggravata, dimostrando chiaramente il fallimento del modello di sviluppo fino … Leggi tutto Rimettere al centro gli interessi dei territori e degli agricoltori

22 aprile, giornata mondiale della Terra con una preghiera civile: mai più come prima

L’epidemia provocata dal nuovo virus SARS-CoV-2, con il suo tragico carico di morti e miseria, serva da insegnamento. La Terra è un macrorganismo vivente in cui tutto si tiene: biologia, ecologia, economia, istituzioni sociali, giuridiche e politiche. La salute di ciascun individuo è interconnessa e dipendente dal buon funzionamento dei cicli vitali del pianeta. Il … Leggi tutto 22 aprile, giornata mondiale della Terra con una preghiera civile: mai più come prima

Dove va l’Europa?

Editoriale di Angelo Consoli per IAFUÈ martedi 21 aprile 2020 MES, Corona bonds, Euro bonds, Fondo salva stati, rapporto debito PIL, parametri finanziari, ma in Europa si parla solo di soldi? La domanda sembra retorica e invece viene spontanea se si considera che in questi tempi di coronavirus, i principi fondanti dell’Europa sembrano essersi un … Leggi tutto Dove va l’Europa?

Il sindacato degli agricoltori o è libero o è uno strumento della crisi e dei poteri forti.

iafue.perlaterra  del 20/4/20 | Editoriale di Angelo Candita La Costituzione Italiana all’Art. 39 tutela la libertà sindacale e la possibilità di costituire associazioni finalizzate a proteggere i datori di lavoro e i dipendenti, all’interno dei luoghi di lavoro o all’esterno degli stessi. Ma i sindacati agricoli oggi sono in grado di garantire la rappresentanza agli … Leggi tutto Il sindacato degli agricoltori o è libero o è uno strumento della crisi e dei poteri forti.

La lotta al caporalato in 10 punti. Importante la nostra testimonianza.

Rete-PerlaTerra-incontro-caporalato-SagnetIl primo Piano triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura e al caporalato (2020-2022) è stato approvato il 22 febbraio scorso. Prevenzione, vigilanza e contrasto, protezione e assistenza e reinserimento socio-lavorativo per le vittime, questi i punti salienti nei quali si articola.
Tra coloro che erano presenti al Tavolo di concertazione promosso dal ministro del Dicastero, Nunzia Catalfo c’era uno dei nostri partner: NoCap, presieduto da Yvan Sagnet.

Leggi tuttoLa lotta al caporalato in 10 punti. Importante la nostra testimonianza.

Casa Betania, la casa della dignità: comunità lucana laica e cattolica si fa esempio.

Ai lavoratori migranti che vivevano nel ghetto della Felandina, nel Metapontino, prima di sgomberarli nel vano tentativo di recuperare una dignità che qualche giorno dopo avrebbero inevitabilmente perduto, senza alternative credibili e dignitose, le istituzioni del territorio proposero due alternative: un biglietto di viaggio di sola andata verso destinazioni diverse da quelle in cui regolarmente lavoravano o una precaria ospitalità in campi d’accoglienza, chissà dove.

Fare della Terra la condizione di regolarità e intorno alla quale costituire percorsi e progetti è stato invece il modus operandi dell’associazionismo laico e religioso, sostenuto da imprese capaci e virtuose del territorio.

Leggi tuttoCasa Betania, la casa della dignità: comunità lucana laica e cattolica si fa esempio.

Cosa bolle in pentola

Quando in pentola bollono il progetto e l’orgoglio di una comunità.

Oltre la propaganda e l’ideologismo, lungo una via pedagogica alla liberazione

Il 22 gennaio, con l’inaugurazione di Casa Betania a Serra Marina di Metaponto, del laboratorio di buone pratiche e del progetto Iamme-NoCap-Rete PerlaTerra anche nel Metapontino, abbiamo dato una grande prova di noi come “sindacato di comunità”.

Leggi tuttoCosa bolle in pentola

La Rete per la Terra da solo buoni frutti!

10.000 confezioni vendute in 10 giorni.
Imprese capofila coinvolte nel progetto.
3 Regioni del Mezzogiorno finora coinvolte.
122 lavoratori sottratti ai ghetti e al caporalato, assunti con regolare contratto.
1 nuovo van per raggiungere i campi.
1 alloggio civile e…dall’8 gennaio 2020 presso i 500 punti vendita di Famila Sud Italia, Iperfamila, Supermercati DOK, Sole365 e A&O distribuiti tra Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Molise arrivano anche i primi prodotti freschi della terra.

Leggi tuttoLa Rete per la Terra da solo buoni frutti!

Il progetto Iamme sbarca in Sicilia

Rete-PerlaTerra-Vendemmia-in-SiciliaDopo la Puglia la prima filiera etica in Italia contro il caporalato sbarca in Sicilia

Megamark, NO CAP e Rete Perlaterra lanciano il buon cibo ad alto contenuto etico e sociale ‘Iamme’ nella rete dei supermercati del Mezzogiorno

Lunedì 11 novembre a Mazzarone (Catania), alle ore 10 presso la sede dell’azienda NOVELLO, al chilometro 12 della strada provinciale 63, si terrà una conferenza stampa per dare conto del secondo step del percorso che sta dando vita alla prima filiera etica contro il caporalato.

Leggi tuttoIl progetto Iamme sbarca in Sicilia

Iamme – Liberi di scegliere, la nuova filiera etica

Rete-PerlaTerra-conferenza-stampaE’ partito, dalle campagne del Foggiano, il progetto che vede protagonista la Rete per la Terra con le sue imprese coinvolte, la costituzione della prima filiera etica in Italia contro il caporalato.

In questa fase sperimentale, il progetto si sta svolgendo in tre aree d’Italia: a Foggia dove si raccolgono pomodori che si trasformano in conserve (pelati e passate) coinvolgendo circa 60 lavoratori, nel Metapontino, in Basilicata in cui un centinaio di lavoratori raccolgono e confezionano prodotti freschi

Leggi tuttoIamme – Liberi di scegliere, la nuova filiera etica

Ci siamo quasi…nasce la Rete per la Terra

Rete PerlaTerraDopo oltre due anni di lavoro nasce la Rete per la Terra, un’associazione di scopo che ha il compito esclusivo di selezionare, assistere e coordinare le attività delle imprese agricole e di trasformazione che intervengono nella realizzazione del progetto.

La Rete per la Terra è attivata dall’A.S.A. (Associazione per la Sovranità Alimentare), detentrice del brand ‘Perlaterra’ ed è quindi, un progetto di rete sociale che mette in pratica i principi della Sovranità Alimentare.

Leggi tuttoCi siamo quasi…nasce la Rete per la Terra

Insieme per la valorizzazione e tutela del paesaggio. TerreJoniche e Bosco Pantano

Un clic per la valorizzazione e la tutela. TerreJoniche lancia la petizione per la valorizzazione di Bosco Pantano tra i Luoghi del cuore Fai 2018. Chi conosce l’attività del Comitato per la difesa delle TerreJoniche sa che, infatti, che da quando i territori del Metapontino furono investiti da una importante e devastante alluvione avvenuta nel … Leggi tutto Insieme per la valorizzazione e tutela del paesaggio. TerreJoniche e Bosco Pantano

La risposta classica è: e allora il PD?

per-la-terra-foto-articolo-venarucciMi sono sempre piaciute le dirette radiofoniche da Camera e Senato.
E continuo anche con questo Governo perché vale di più ascoltare una dichiarazione di voto che leggere cento rassegne stampa per capire chi, effettivamente oggi, ha potere di cambiare la vita a questo Paese e se riuscirà a farlo.
Ho sempre creduto che i voti si conquistassero per le cose che si promettono e si perdessero per le promesse che non si mantengono ma oggi sembra cambiato tutto visto che, gli elettori si sono divisi in tifoserie.

Leggi tuttoLa risposta classica è: e allora il PD?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi