Casa Betania, la casa della dignità: comunità lucana laica e cattolica si fa esempio.

Ai lavoratori migranti che vivevano nel ghetto della Felandina, nel Metapontino, prima di sgomberarli nel vano tentativo di recuperare una dignità che qualche giorno dopo avrebbero inevitabilmente perduto, senza alternative credibili e dignitose, le istituzioni del territorio proposero due alternative: un biglietto di viaggio di sola andata verso destinazioni diverse da quelle in cui regolarmente lavoravano o una precaria ospitalità in campi d’accoglienza, chissà dove.

Fare della Terra la condizione di regolarità e intorno alla quale costituire percorsi e progetti è stato invece il modus operandi dell’associazionismo laico e religioso, sostenuto da imprese capaci e virtuose del territorio.

Leggi tuttoCasa Betania, la casa della dignità: comunità lucana laica e cattolica si fa esempio.

Cosa bolle in pentola

Quando in pentola bollono il progetto e l’orgoglio di una comunità.

Oltre la propaganda e l’ideologismo, lungo una via pedagogica alla liberazione

Il 22 gennaio, con l’inaugurazione di Casa Betania a Serra Marina di Metaponto, del laboratorio di buone pratiche e del progetto Iamme-NoCap-Rete PerlaTerra anche nel Metapontino, abbiamo dato una grande prova di noi come “sindacato di comunità”.

Leggi tuttoCosa bolle in pentola

La Rete per la Terra da solo buoni frutti!

10.000 confezioni vendute in 10 giorni.
Imprese capofila coinvolte nel progetto.
3 Regioni del Mezzogiorno finora coinvolte.
122 lavoratori sottratti ai ghetti e al caporalato, assunti con regolare contratto.
1 nuovo van per raggiungere i campi.
1 alloggio civile e…dall’8 gennaio 2020 presso i 500 punti vendita di Famila Sud Italia, Iperfamila, Supermercati DOK, Sole365 e A&O distribuiti tra Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Molise arrivano anche i primi prodotti freschi della terra.

Leggi tuttoLa Rete per la Terra da solo buoni frutti!

Il progetto Iamme sbarca in Sicilia

Rete-PerlaTerra-Vendemmia-in-SiciliaDopo la Puglia la prima filiera etica in Italia contro il caporalato sbarca in Sicilia

Megamark, NO CAP e Rete Perlaterra lanciano il buon cibo ad alto contenuto etico e sociale ‘Iamme’ nella rete dei supermercati del Mezzogiorno

Lunedì 11 novembre a Mazzarone (Catania), alle ore 10 presso la sede dell’azienda NOVELLO, al chilometro 12 della strada provinciale 63, si terrà una conferenza stampa per dare conto del secondo step del percorso che sta dando vita alla prima filiera etica contro il caporalato.

Leggi tuttoIl progetto Iamme sbarca in Sicilia

Iamme – Liberi di scegliere, la nuova filiera etica

Rete-PerlaTerra-conferenza-stampaE’ partito, dalle campagne del Foggiano, il progetto che vede protagonista la Rete per la Terra con le sue imprese coinvolte, la costituzione della prima filiera etica in Italia contro il caporalato.

In questa fase sperimentale, il progetto si sta svolgendo in tre aree d’Italia: a Foggia dove si raccolgono pomodori che si trasformano in conserve (pelati e passate) coinvolgendo circa 60 lavoratori, nel Metapontino, in Basilicata in cui un centinaio di lavoratori raccolgono e confezionano prodotti freschi

Leggi tuttoIamme – Liberi di scegliere, la nuova filiera etica

Ci siamo quasi…nasce la Rete per la Terra

Rete PerlaTerraDopo oltre due anni di lavoro nasce la Rete per la Terra, un’associazione di scopo che ha il compito esclusivo di selezionare, assistere e coordinare le attività delle imprese agricole e di trasformazione che intervengono nella realizzazione del progetto.

La Rete per la Terra è attivata dall’A.S.A. (Associazione per la Sovranità Alimentare), detentrice del brand ‘Perlaterra’ ed è quindi, un progetto di rete sociale che mette in pratica i principi della Sovranità Alimentare.

Leggi tuttoCi siamo quasi…nasce la Rete per la Terra

Insieme per la valorizzazione e tutela del paesaggio. TerreJoniche e Bosco Pantano

Un clic per la valorizzazione e la tutela. TerreJoniche lancia la petizione per la valorizzazione di Bosco Pantano tra i Luoghi del cuore Fai 2018. Chi conosce l’attività del Comitato per la difesa delle TerreJoniche sa che, infatti, che da quando i territori del Metapontino furono investiti da una importante e devastante alluvione avvenuta nel … Leggi tutto Insieme per la valorizzazione e tutela del paesaggio. TerreJoniche e Bosco Pantano

La risposta classica è: e allora il PD?

per-la-terra-foto-articolo-venarucciMi sono sempre piaciute le dirette radiofoniche da Camera e Senato.
E continuo anche con questo Governo perché vale di più ascoltare una dichiarazione di voto che leggere cento rassegne stampa per capire chi, effettivamente oggi, ha potere di cambiare la vita a questo Paese e se riuscirà a farlo.
Ho sempre creduto che i voti si conquistassero per le cose che si promettono e si perdessero per le promesse che non si mantengono ma oggi sembra cambiato tutto visto che, gli elettori si sono divisi in tifoserie.

Leggi tuttoLa risposta classica è: e allora il PD?

Stop immediato dei mezzi non a norma e controlli a tappeto anti-caporalato

Sedici vittime, braccianti agricoli africani, in soli tre giorni nella provincia di Foggia. Questa strage va fermata. Chiediamo lo stop immediato di tutti i mezzi non a norma impiegati per il trasporto dei braccianti nei campi agricoli: non adibiti al trasporto di persone e non in regola con la dovuta documentazione per circolare sulle strade. Siano … Leggi tutto Stop immediato dei mezzi non a norma e controlli a tappeto anti-caporalato

Dove sta il cambiamento?

Per oltre un secolo la mia è stata una famiglia di agricoltori per pura passione. Il primo di cui ho un ricordo nei racconti di mia madre, è il bisnonno. Siamo nei primi del novecento e il bisnonno, che di mestiere faceva l’architetto, dava in gestione a mio nonno una tenuta che possedeva alla Parrocchietta. Li mio padre, che era nato nel ’20, fa le elementari e diventa uno dei compagnucci della Parrocchietta, resi celebri da Alberto Sordi.

Leggi tuttoDove sta il cambiamento?

Giornata mondiale del rifugiato: la paura e la vergogna.

per-la-terra-uomo-soloNel giorno in cui tra le tracce di maturità ve n’è una dedicata all’art. 3 della Costituzione: quello che recita che siamo tutti uguali senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali e, in cui ritorna come ogni anno la giornata mondiale del rifugiato, è forse lecito chiedersi se dobbiamo rimanere fiduciosi che si sappia reggere alla prova scritta così come a quella del tempo e che queste giornate di commemorazione così attese continuino ad avere un senso se poi, episodi come gli ultimi avvenuti in un paese come il nostro, l’Italia, o in America (dove bambini migranti sono rinchiusi in gabbie dopo essere stati separati dai propri genitori) rinnegano ogni presenza di diritto e innescano odio parlando alla maggior parte di noi, alle nostre paure e incertezze.

Leggi tuttoGiornata mondiale del rifugiato: la paura e la vergogna.

Braccianti schiavi. L’ultimo arresto dimostra che la lotta è ancora molto lunga.

“L’arresto del caporale a Castellaneta dimostra che il caporalato c’è in provincia di Taranto come c’è in tutta Italia e che la lotta al caporalato va proseguita. Il suo arresto, peraltro, deve ora essere seguito dall’arresto del suo mandante, del suo datore di lavoro, applicando nella sua interezza la legge 199/2006 contro il caporalato. L’approvazione … Leggi tutto Braccianti schiavi. L’ultimo arresto dimostra che la lotta è ancora molto lunga.

Oggi è l’Earth Day: salviamo la Terra e diciamo stop all’inquinamento

Oggi vogliamo raccontarvi la storia di un produttore agricolo lucano: Giovanni Grieco.
Giovanni e la sua azienda sono stati il primo esempio, in Basilicata ad avere la denominazione IGP del canestrato di Moliterno.
Il canestrato è un formaggio di pecora che viene prodotto in aree stabilite dal Disciplinare IGP, anche se spesso si trova contraffatto proveniente dalla Sardegna dove l’allevamento ovino è considerevole, e poi affinato nei Fondaci di Moliterno dove assume una texture e un corredo di profumi davvero unici. Mai secco e sempre umido il pecorino di Moliterno è uno dei pecorini più interessanti del mezzogiorno d’Italia.

Leggi tuttoOggi è l’Earth Day: salviamo la Terra e diciamo stop all’inquinamento

Di fronte al disastro del dominio agroalimentare, l’alternativa e l’alleanza sono globali o non sono.

Si è chiuso il 24 aprile 2018 la settimana di lotta contadina che Altragricoltura e LiberiAgricoltori, rispondendo all’appello internazionale di Via Campesina, hanno voluto dedicare quest’anno “a quanti nelle campagne italiane non ce l’hanno fatta per la crisi”.
Altragricoltura celebra il “17 aprile contadino” ogni anno dal 2001 quando, non ancora costituita formalmente, il suo gruppo promotore organizzato nell’Associazione Michele Mancino lanciò, insieme alla rivista “Carta dei Cantieri Sociali” ed al Comitato italiano “Amici del Movimento Sem Terra” l’appello “La terra senza Recinti”.

Leggi tuttoDi fronte al disastro del dominio agroalimentare, l’alternativa e l’alleanza sono globali o non sono.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi