Non molliamo. Lunedì alle 10 saremo al Tribunale di Potenza per notificare il ricorso al TAR contro il Consorzio.

2Invito alla stampa.

Vi invitiamo alle 10 di lunedi mattina al Tribunale di Potenza per il deposito degli atti in tribunale e l’incontro con la stampa con nuovi annunci e documenti.

Mentre il Consorzio di Bonifica sta incassando somme dagli agricoltori non dovute, noi andiamo avanti e depositiamo gli atti.
Molti agricoltori sotto il ricatto di dover annaffiare i campi stanno già pagando gli aumenti che il Consorzio ha deliberato illegittimamente nonostante la Regione ne abbia sospeso la delibera. Anche di questo il Presidente ed il Comitato di Coordinamento del Consorzio risponderanno.

Leggi tuttoNon molliamo. Lunedì alle 10 saremo al Tribunale di Potenza per notificare il ricorso al TAR contro il Consorzio.

Basta con i soprusi del Consorzio.

Un folto gruppo di agricoltori si è riunito stamane alle ore 09:30 nel bellissimo campo di grano Cappelli di cui, l’aziendadi Nicola Peronace e di Luvana, la sua compagna, sono proprietari. L’obiettivo era quello di sfrangiare la bocchetta dell’acqua che il Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto ha chiuso, sottraendo all’agricoltore un bene essenziale … Leggi tutto Basta con i soprusi del Consorzio.

“Giù le mani dal vostro cibo” e il caso della melanzana taroccata.

E’ terminata da poche ore la presentazione fatta a Palazzo Iacono, Vittoria (RG)o della campagna nazionale “Giù le mani dal vostro cibo”. Presente anche l’assessore comunale all’Agricoltura, Concetta Fiore, il presidente nazionale di Altragricoltura, Gaetano Malannino, l’imprenditore Maurizio Ciaculli, il coordindatore nazionale di Altragricoltura, Gianni Fabbris, il comandante della Tenenza di Vittoria della Gdf, Domenico … Leggi tutto “Giù le mani dal vostro cibo” e il caso della melanzana taroccata.

“Giù le mani dal vostro cibo”: parte da Vittoria il lancio della nostra campagna nazionale.

Nasce Rinascita Lucana, prima associazione in difesa della terra e di chi la lavora.

Occupazione terre Conte“Se qualcuno pensa di entrare nell’azienda Conte, dopo averla comprata all’asta, ha fatto male i suoi conti”. Al monito di Gianni Fabbris, nella conferenza stampa di sabato scorso 16 marzo tenutasi nella piazza di Policoro, sono seguiti i fatti.

Ieri pomeriggio, venticinque persone tra agricoltori, cittadini, rappresentanti di associazioni e istituzioni, ha espresso piena solidarietà a Leonardo Conte e la sua famiglia, occupando un pezzo di quell’azienda che nei giorni scorsi era stata acquistata all’asta per poche migliaia di euro, nel chiuso di uno studio di un commercialista.

Leggi tuttoNasce Rinascita Lucana, prima associazione in difesa della terra e di chi la lavora.

La lunga storia della Cab: prima cooperativa ortofrutticola italiana certificata.


Quella che segue non è un’intervista ma il racconto appassionato e partecipato di un uomo che ha vissuto per venti anni l’esperienza più totalizzante della sua esistenza. Stiamo parlando di Gaetano Fortunato, presidente della Cab (Cooperativa Agricola di Basilicata), prima cooperativa ortofrutticola italiana certificata. Difficile condensare in poche parole la sua esperienza che ‘cozza’ con uno stato di omertà dilagante e spesso caratterizzato da atti illeciti. L’azione di Gaetano è stata sempre quella di forte opposizione e denuncia ad un sistema diventato ormai prassi di minacce legali, boicottaggi, calunnie, diffamazioni che, nel tempo, hanno portato alla distruzione della sua azienda e dell’intera cooperativa che, all’epoca dei fatti, impiegava complessivamente 45 mila giornate lavorative.

 

Ce ne parla lui stesso in questo lungo racconto…

Leggi tuttoLa lunga storia della Cab: prima cooperativa ortofrutticola italiana certificata.

Oggi nelle chiese di Policoro letto l’appello degli agricoltori alla comunità.

In queste ore nelle chiese di Policoro verrà letto l’appello che prodotto dagli agricoltori e rivolto alla comunità con l’invito a partecipare alle iniziative di martedi prossimo, 19 Marzo 2013, contro le vendite all’asta e l’usura. Segue appello: Appello: le nostre terre sono le vostre radici, che siano l’humus con cui nutrire la nostra comunità … Leggi tutto Oggi nelle chiese di Policoro letto l’appello degli agricoltori alla comunità.

“Giù le mani dalle nostre terre”. Presentato oggi il programma delle iniziative.

conferenzaSe qualcuno pensa di entrare nell’azienda Conte dopo averla comprata all’asta ha fatto male i suoi conti” così ha spiegato in conferenza stampa Gianni Fabbris il messaggio centale affidato alla giornata di martedi prossimo 19 Marzo 2013.

Dopo aver vinto la prima battaglia per evitare di vendere i beni della Cooperativa Agricola di Basilicata di Scanzano Jonico e mentre prosegue il percorso per salvare la CAB definitivamente dal rischio chiusura, l’attenzione della campagna “Giù le mani dalle nostre terre” di Altragricoltura si sposta nelle campagne di Policoro con l’obiettivo di estendersi a tutto il Metapontino.
Sempre più in questi giorni  aziende agricole (ma anche artigiani ed esercenti oltre che a famiglie di lavoratori) a rischio usura o con i beni in vendita  si stanno rivolgendo ad Altragricoltura ed, in particolare, agli sportelli del Soccorso Contadino, per chiedere supporto ed assistenza” continua Fabbris “segnalando una realtà sempre più drammatica di intreccio fra la crisi economica, l’estendersi di rischio usura, le vendite all’asta di beni e il consolidarsi del rischio di presenza di criminalità organizzata in un Metapontino dove manca la prospettiva del futuro e dove le attività economiche, i lavoratori e le famiglie continuano a non avere risposte politiche e istituzionali“.

Leggi tutto“Giù le mani dalle nostre terre”. Presentato oggi il programma delle iniziative.

Crisi agricola: un silenzio assordante. La testimonianza di Leonardo Conte.


“Le aziende agricole stanno morendo ma non è colpa nostra. Il lavoratore onesto non viene incentivato a causa di scelte istituzionali sbagliate  che, anzi,  lo portano spesso a compiere azioni disoneste”. Chi parla non è un uomo politico ma è solo uno dei tanti imprenditori onesti che popola il nostro territorio, Leonardo Conte. La sua azienda collocata tra Tursi e Policoro, è stata messa in ginocchio più volte.

Le cause? Diverse. Superficialità degli organi preposti, cambiamento delle politiche agricole a livello internazionale, usura. Lo scopriamo in questa intervista che abbiamo realizzato per voi. Scoprirete che c’è un’unica parola che viene spesso ripetuta: ‘onestà’.

Leonardo si presenta con la sua aria buona, di uomo riservato e timoroso. Intervistarlo non è per nulla una fatica. Sono poche le domande che mi permettono di conoscere la sua storia e le sue vicissitudini perché Leonardo Conte si racconta emozionando ed emozionandosi.

Leggi tuttoCrisi agricola: un silenzio assordante. La testimonianza di Leonardo Conte.

Intervista a Tano Malannino, presidente nazionale di Altragricoltura

I contadini sanno che i loro problemi non si risolveranno fino a quando l’atteggiamento servile continuerà. E’ per questo che hanno deciso di prendere in mano le redini del loro destino. Non più, quindi, con il capo chino e il cappello in mano ad elemosinare vantaggi corporativi ma la richiesta unanime di trasformare profondamente il modo di concepire l’agricoltura e le regole che la sottendono. La rivoluzione come sempre parte dal basso e i contadini del sud sono in fermento. Invece di arrendersi a una crisi che li vorrebbe in ginocchio affrontano la realtà e si organizzano a livello nazionale per costituire, in ogni regione d’Italia, sedi sindacali gestite da loro. Continua quindi l’esperienza di Altragricoltura e il processo di consolidamento nazionale.

Ce ne parla, in questa intervista, il Presidente nazionale di Altragricoltura, Tano Malannino.

Leggi tuttoIntervista a Tano Malannino, presidente nazionale di Altragricoltura

L’azienda Conte non passerà di mano, ci stiamo organizzando

Siamo pronti alla risposta per impedire che l’azienda di Leonardo Conte, una delle aziende allevatrici storiche di Basilicata, passi di mano. Dopo un lungo percorso di contenziosi e problemi finanziari, un gruppo (per il momento ancora anonimo) di sconosciuti si è aggiudicato all’asta, condotta nel silenzio di uno studio professionale, una parte significativa dell’azienda. Questa … Leggi tutto L’azienda Conte non passerà di mano, ci stiamo organizzando

Contro gli sciacalli: prossima tappa a Policoro, stiamo preparando la risposta!

GIU’ LE MANI DALLE NOSTRE TERRE!
Salvare le aziende agricole dagli sciacalli senza se e senza ma!

Prossima tappa: Policoro, dove diverse aziende sono nel mirino di speculatori e approfittatori che con pochi soldi cercano di approfittare della loro situazione di crisi comprandole all’asta. Ci stiamo organizzando per impedirlo.


Appello agli agricoltori, alle associazioni ed ai cittadini di Policoro e del Metapontino.

Leggi tuttoContro gli sciacalli: prossima tappa a Policoro, stiamo preparando la risposta!

CAB: se incasso la pensione di mia madre morta è reato e se qualcuno chiede soldi per una società cessata?

Nuovo capitolo della vicenda della CAB – Cooperativa Agricola di Basilicata Sempre più incredibile!

Noi pensavamo che finalmente potessimo avere giustizia e invece no. Ancora un rinvio …… questa volta chiesto dagli avvocati di un “morto”.

Leggi tuttoCAB: se incasso la pensione di mia madre morta è reato e se qualcuno chiede soldi per una società cessata?

Domani incontriamo l’assessore Mastrosimone. Giù le mani dalle nostre terre.

Domani, mercoledi 6 febbraio 2013 alle ore 12,30, una delegazione di Altragricoltura incontrerà a Poitenza presso l’assessorato all’Agricoltura della Regione Basilicata l’Assessore Rosa Mastrosimone prima che il giorno successivo (giovedi 7 febbraio 2013) il Coordinatore Gianni Fabbris ed il Presidente Tano Malannino in Sicilia incontreranno l’Assessore Regionale all’agricoltura della Sicilia, Dario Cartabellotta.

Leggi tuttoDomani incontriamo l’assessore Mastrosimone. Giù le mani dalle nostre terre.

Cab: ancora una volta l’asta è andata deserta.

IMG_0069Ancora una volta l’asta di alcuni beni di proprietà della Cooperativa Agricola di Basilicata è andata deserta come gli altri precedenti tentativi che si sono accavallati in soli quattordici giorni e un lungo applauso liberatorio l’ha sancita.

Ringraziamo tutti quelli che sono stati con noi e ci hanno messo la faccia mostrandosi facilmente riconoscibili e hanno supportato i numerosi agricoltori. Erano liberi cittadini, rappresentanti delle amministrazioni comunali di Montalbano Jonico, Scanzano, di Libera, della Fondazione Lucana Antiusura e Antiracket e Adiconsum.

Leggi tuttoCab: ancora una volta l’asta è andata deserta.

Confermata la mobilitazione del primo febbraio: i beni della Cooperativa Agricola di Basilicata non si devono vendere

giulemaniConfermata la mobilitazione per impedire la vendita all’asta dei Beni della Cooperativa Agricola di Basilicata e per chiedere misure straordinarie contro la chiusura delle aziende agricole lucane

Queste le modalità dell’iniziativa che si terrà a Scanzano Jonico il Primo Febbraio:

Leggi tuttoConfermata la mobilitazione del primo febbraio: i beni della Cooperativa Agricola di Basilicata non si devono vendere

Presidio e conferenza stampa domani: In attesa di battere l’asta pubblica il primo febbraio, il 30 gennaio a Matera nuovo tentativo di vendita presso l’IVG.

Matera, 30 Gennaio 2013 ore 10,30 – davanti l’Istituto per le vendite Giudiziarie (IVG) Via Pentasuglia 18

Nuovo Presidio e Conferenza stampa in occasione del terzo tentativo di vendita all’asta dei beni della CAB, Cooperativa Agricola di Basilicata

Leggi tuttoPresidio e conferenza stampa domani: In attesa di battere l’asta pubblica il primo febbraio, il 30 gennaio a Matera nuovo tentativo di vendita presso l’IVG.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi