Carlo Petrini: «Il Coronavirus ci obbliga a migliorare il mondo del cibo, e non solo»

tratto da Vanity Fair (leggi articolo originale) Il fondatore di Slow Food guarda al dopo. «Che senso avrebbe comportarsi come prima? Dobbiamo dare più spazio alle comunità, alle osterie, alla terra. E tornare a produrre, in tanti, quanto mangiamo» In mezzo a tanti politici improvvisati, Carlo Petrini («Mi chiami Carlin, per favore, sennò non mi … Leggi tutto Carlo Petrini: «Il Coronavirus ci obbliga a migliorare il mondo del cibo, e non solo»

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi