Affarone Covid per gli usurai

tratto da l’Huffingtonpost * Affarone Covid per gli usurai Il Viminale registra a marzo un crollo del 66% dei delitti. In controtendenza i reati di usura (+9%). Guardia alta su riciclaggio e infiltrazioni mafiose nelle imprese C’è un solo reato in aumento in Italia, a fronte di una riduzione dei delitti in generale, ma è … Leggi tutto Affarone Covid per gli usurai

Rischio usura, aumentano i reati

tratto da askanews.it * Roma, 29 apr. (askanews) – Il lockdown per l’epidemia coronavirus ha fatto precipitare l’indice di delittuosità in Italia: -66,6 per cento di delitti. Il dato è emerso al Viminale, dove oggi il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha presieduto il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. E i risultati dell’analisi dell’andamento … Leggi tutto Rischio usura, aumentano i reati

FLOROVIVAISTI ITALIANI, UE RAFFORZI MISURE PER SALVARE SETTORE

articolo tratto da agrapress.it (vedi l’originale) * un comunicato stampa rende noto che: “la commissione europea riveda e rafforzi il pacchetto di misure straordinarie a sostegno dei comparti in crisi per l’emergenza coronavirus. per il florovivaismo, tra i piu’ colpiti, sono inadeguate e non rispondono alle richieste avanzate dal settore. interviene cosi’ l’associazione florovivaisti italiani … Leggi tutto FLOROVIVAISTI ITALIANI, UE RAFFORZI MISURE PER SALVARE SETTORE

Coronavirus e floricoltura, Regione Liguria dichiara stato di calamità. Mai: “Settore in ginocchio”

tratto da ivg.it (leggi l’originale) “Stiamo parlando di più di 4mila aziende. Al via smaltimento invenduto e presto fondo regionale da 1 milione” Regione. È stato dichiarato lo stato di calamità per il settore della floricoltura e individuate le modalità per smaltire l’invenduto senza costi per le aziende. Ad annunciarlo l’assessore regionale all’Agricoltura, Stefano Mai. “Abbiamo approvato … Leggi tutto Coronavirus e floricoltura, Regione Liguria dichiara stato di calamità. Mai: “Settore in ginocchio”

Un piano Marshall per salvare l’agricoltura

tratto da Avvenire (leggi articolo originale) L’Europa rischia seriamente di perdere l’autosufficienza alimentare. Effetto virus, naturalmente. E conseguenza, soprattutto per alcune produzioni, della perdita di base produttiva dovuta alla chiusura delle aziende e alla generale contrazione della produzione. Si tratta di uno scenario nel quale l’agricoltura italiana gioca un ruolo di primo piano. A lanciare … Leggi tutto Un piano Marshall per salvare l’agricoltura

Dove sta il cambiamento?

Per oltre un secolo la mia è stata una famiglia di agricoltori per pura passione. Il primo di cui ho un ricordo nei racconti di mia madre, è il bisnonno. Siamo nei primi del novecento e il bisnonno, che di mestiere faceva l’architetto, dava in gestione a mio nonno una tenuta che possedeva alla Parrocchietta. Li mio padre, che era nato nel ’20, fa le elementari e diventa uno dei compagnucci della Parrocchietta, resi celebri da Alberto Sordi.

Leggi tuttoDove sta il cambiamento?

“Giù le mani dalle nostre terre”. Presentato oggi il programma delle iniziative.

conferenzaSe qualcuno pensa di entrare nell’azienda Conte dopo averla comprata all’asta ha fatto male i suoi conti” così ha spiegato in conferenza stampa Gianni Fabbris il messaggio centale affidato alla giornata di martedi prossimo 19 Marzo 2013.

Dopo aver vinto la prima battaglia per evitare di vendere i beni della Cooperativa Agricola di Basilicata di Scanzano Jonico e mentre prosegue il percorso per salvare la CAB definitivamente dal rischio chiusura, l’attenzione della campagna “Giù le mani dalle nostre terre” di Altragricoltura si sposta nelle campagne di Policoro con l’obiettivo di estendersi a tutto il Metapontino.
Sempre più in questi giorni  aziende agricole (ma anche artigiani ed esercenti oltre che a famiglie di lavoratori) a rischio usura o con i beni in vendita  si stanno rivolgendo ad Altragricoltura ed, in particolare, agli sportelli del Soccorso Contadino, per chiedere supporto ed assistenza” continua Fabbris “segnalando una realtà sempre più drammatica di intreccio fra la crisi economica, l’estendersi di rischio usura, le vendite all’asta di beni e il consolidarsi del rischio di presenza di criminalità organizzata in un Metapontino dove manca la prospettiva del futuro e dove le attività economiche, i lavoratori e le famiglie continuano a non avere risposte politiche e istituzionali“.

Leggi tutto“Giù le mani dalle nostre terre”. Presentato oggi il programma delle iniziative.

Domani incontriamo l’assessore Mastrosimone. Giù le mani dalle nostre terre.

Domani, mercoledi 6 febbraio 2013 alle ore 12,30, una delegazione di Altragricoltura incontrerà a Poitenza presso l’assessorato all’Agricoltura della Regione Basilicata l’Assessore Rosa Mastrosimone prima che il giorno successivo (giovedi 7 febbraio 2013) il Coordinatore Gianni Fabbris ed il Presidente Tano Malannino in Sicilia incontreranno l’Assessore Regionale all’agricoltura della Sicilia, Dario Cartabellotta.

Leggi tuttoDomani incontriamo l’assessore Mastrosimone. Giù le mani dalle nostre terre.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi